Azerbaijan

Il Made in Italy...

7 giugno 2018 Pagine Tessili Foto: Pagine tessili

BAKU - Grazie alla collaborazione con la rete diplomatica italiana e con l’Ufficio ICE di Baku, CNA Federmoda ha accompagnato imprese moda Made in Italy a Baku in un evento in programma ai primi di giugno.
Maison Luigi Borbone, Green Coast, Punto Maglia (con i brand Regina di Cuori e Leonardo), Giulia Brunetti Knitwear e il Consorzio Moda In Italy con le aziende Berlini, Colb, Mori Castello e Maestrami sfilato nella capitale azera nella cornice delle celebrazioni dedicate alla Festa della Repubblica Italiana.
“Il Paese asiatico rappresenta realtà di particolare interesse per il nostro Made in Italy e nella continua ricerca di opportunità per le nostre imprese abbiamo voluto cogliere questa opportunità offertaci dalla Ambasciata italiana e dall’Agenzia ICE” ha dichiarato Antonio Franceschini, responsabile Nazionale CNA Federmoda.
Come viene riportato dalla Farnesina su info Mercati Esteri: tassi di crescita dinamici, ricchezza di fonti energetiche, presenza di un fondo sovrano (SOFAZ) con ampie disponibilità di investimento, fanno dell’Azerbaijan un mercato di potenziale interesse per le nostre imprese. I rapporti bilaterali sono intensi e in crescita. L’attrattività dell’Italia come sinonimo di qualità della vita e del lusso da parte della clientela azera costituisce senz’altro un asset per gli obiettivi di espansione e di penetrazione commerciale del mercato nazionale azero. I campi di possibile approfondimento nelle relazioni economiche sono molteplici, nel settore delle costruzioni, dell’ingegneria civile, della sanità, delle infrastrutture, dei macchinari, dell’agroalimentare e del tessile-abbigliamento.