Blob

Imprenditori SIRIANi

29 maggio 2018 AMBASCIATA D'iTALIA AD aNKARA Foto: Il Sole 24 Ore

ANKARA - La Turchia ospita attualmente un ingente numero di rifugiati siriani, al momento circa 3.5 milioni registrati. A partire dal 2011 sono state registrate, in Turchia, più di 6.500 aziende fondate o co-fondate da Siriani (dati forniti dalla Union of Chambers and Commodity Exchanges of Turkey), per lo più concentrate in alcune aree del Paese.
Nella sola città di Gaziantep, ad esempio, ve ne sono registrate 1.250. Secondo il Forum Economico Siriano (SEF), un’organizzazione che mira a sviluppare l’imprenditorialetà tra la diaspora Siriana, se venisse preso in considerazione anche il settore informale allora le aziende fondate/co-fondate da Siriani in Turchia sarebbero più di 10.000. Secondo l’International Crisis Group, l’arrivo di un così alto numero di rifugiati Siriani in Turchia ha "stimolato la crescita economica e ha attratto nuovi investimenti, per via della presenza di manodopera a basso costo e dell’impennata nei consumi". Sempre secondo quanto riportato da International Crisis Group, alcuni analisti affermano che la presenza dei Siriani ha aggiunto circa il 3% alla crescita dell’economia Turca nel 2016. Permangono peraltro questioni aperte e difficoltà per quanto riguarda la loro piena integrazione nel lungo periodo.