Curiosità

Nel ristorante di tendenza cena sotto una bolla

mercoledì 19 giugno 2020 Servizio ripreso da la repubblica Foto: la Repubblica

ISTANBUL - Un tramonto sul Corno d'Oro di Istanbul, al ristorante ma perfettamente isolati dal resto del mondo. E senza neanche le mascherine. Nella capitale di più imperi, è possibile nel ristorante Turkce Meze di Sutluce, sul versante europeo dell'antica Costantinopoli.
In questo locale di tendenza il proprietario Cevded Aysas ha avuto l'idea sin dai primi giorni del generale coprifuoco. Otto zone "private", autentiche campane trasparenti in policarbonato - dove i clienti avrebbero potuto consumare i loro pasti in condizioni di privacy - almeno audio - ma soprattutto di distanziamento sociale e - a detta del proprietario - al sicuro da ogni possibile rischio da covid. In queste "campane di vetro" - seppure di materiale plastico lo staff del locale svolge regolare procedura disinfettante utilizzando un generatore di ozono e raggi ultravioletti. 
In ogni tavolo, i clienti hanno a disposizione colonia tradizionali e gli immancabili igienizzanti per le mani. Il contatto con il personale è ridotto ai minimi termini: il cliente chiama il cameriere premendo un apposito pulsante, l'addetto si presenta equipaggiato di mascherina, schermo protettivo per gli occhi e guanti. Gli utenti, invece, non sono obbligati a indossare la maschera, almeno non nel "privé".
Il ristorante accetta solo prenotazioni online, e offre agli avventori finestre di tre ore, sufficienti a consentire la sanificazione degli ambienti tra un utente o gruppo di utenti e il successivo.
I locali turchi hanno riaperto a inizio giugno. Ma con le cifre di contagi e decessi tutt'altro che in caduta, il governo ha via via imposto misure addizionali sul comportamento da seguire in bar e ristoranti. Regole che, secondo chi ha frequentato il downtown di Istanbul, vengono spesso disattese, eccettuati locali top class. Al momento, e almeno per tutto giugno, i viaggi per turismo dall'Italia e dall'Unione per Istanbul e la Turchia restano proibiti.